Fanwave.it
Fanwave.it
Nibiru returns

Nibiru scatenerà il giorno del giudizio

Quest’estate non affannatevi a prenotare: secondo Gordon James Gianninoto il 17 giugno sarà il giorno del giudizio.

L’ultimo complottista dell’apocalisse ad assurgere agli onori della cronaca ha da poco fissato la data della fine del mondo. Ma perché dovrebbe giungere l’Apocalisse?

Nibiru si avvicina alla Terra

Perché secondo Gianninoto il 17 giugno sarà il giorno in cui Nibiru, il celebre Pianeta X, raggiungerà la distanza minima dalla Terra, passando a “soli” 24 milioni di chilometri, poco più di 62 volte la distanza Terra-Luna o se preferite 0,16 volte la distanza minima Terra-Sole.

Dato che Nibiru avrebbe una massa notevolmente superiore a quella del nostro pianeta, un simile passaggio ravvicinato comporterebbe alterazioni gravitazionali e magnetiche, come l’inversione tra Polo Nord e Polo Sud magnetico, ma anche tempeste magnetiche e onde gravitazionali che scateneranno terremoti, tsunami con onde alte 213 metri, uragani, eruzioni vulcaniche e chi più ne ha più ne metta.

Nibiru returns

La razza umana sfiora l'estinzione

Una serie di sconvolgimenti che secondo l’ottimista Gianninoto dovrebbe comportare la scomparsa di circa il 90% della razza umana. Il che peraltro significherebbe che sopravviverebbero almeno 770 milioni di persone, quindi per quanto impressionante non sarebbe proprio un’estinzione di massa.

Gianninoto non ha consigli su come salvarsi, ma su come prepararsi alla fine: avviare un percorso spirituale di pentimento e donare tutti i propri beni terreni (possibilmente a lui). Tra gli altri dettagli che il complottista dell’apocalisse non fornisce è come sia possibile che né la Nasa né altre agenzie spaziali mondiali abbiano ancora avvistato Nibiru.

Finora nessun riscontro

Naturalmente chi crede che Nibiru esista e la fine del mondo sia destinata a giungere ritiene che in realtà le agenzia spaziali e i governi mondiali sappiano dell’esistenza di Nibiru ma non ne parlino per evitare di scatenare il panico. A voi scegliere cosa credere.

Tenete però presente che di giorni del giudizio solo negli ultimi anni ne erano già stati previsti uno nel 2012, quattro nel 2017, due nel 2018 e che per il 2019 già era stata indicata la data del 28 dicembre (a causa di un impatto con un “banale” asteroide).

Tags: Teorie del complotto, spazio