Fanwave.it
Fanwave.it
Ultima Thule New Horizons

New Horizons sorvola Ultima Thule

Partito il 19 gennaio 2006, la sonda New Horizons venne inviata nello spazio per studiare Plutone e alcuni oggetti nella fascia di Kuiper.

Solo nella notte del 1 gennaio 2019, dopo un viaggio durato quasi 13 anni, New Horizons ha raggiunto la sua (per ora almeno) ultima destinazione, l’asteroide (486958) 2014 MU69, anche noto come Ultima Thule, distante 6,5 miliardi di km dal Sole.

Ultime Thule, un “pupazzo di neve” cosmico

ultima thule new horizons

Le prime foto di Ultima Thule diffuse da poche ore dalla Nasa (cui si devono le immagini che vedete nell'articolo), scattate a una distanza di 35 mila km, mostrano un corpo celeste dalla curiosa forma a “nocciolina”, quasi un pupazzo di neve cosmico con una strozzatura al centro e due protuberanze le cui dimensioni secondo i primi calcoli dovrebbero essere di circa 32 chilometri di lunghezza per 16 di larghezza.

Non è la prima volta che New Horizons ci manda delle immagini incredibili: il 14 luglio 2015 la sonda aveva già raggiunto Plutone, pianeta nano scoperto nel 1930 dall’astronomo statunitense Clyde Tombaugh, morto nel 1997, una parte delle cui ceneri (lo scienziato venne cremato dopo il funerale) sono conservate proprio all’interno di New Horizons.

fantastiche foto di Plutone e dei suoi satelliti

Plutone New Horizons

La sonda in quell’occasione ha inviato a terra alcune immagini ad alta risoluzione sia di Plutone sia del suo satellite Caronte (ma anche di due degli altri cinque satelliti minori di Plutone, ossia Idra e Notte). Per i prossimi mesi New Horizons continuerà a inviare a Terra immagini sempre più nitide e dati relativi a Ultima Thule, il più vecchio corpo celeste mai raggiunto da una sonda umana essendo databile attorno a 4,6 miliardi di anni fa.

Poi la proseguirà la sua esplorazione della fascia di Kuiper fino almeno al 2021. I membri del team della Nasa che seguono la missione della sonda prevedono peraltro di proporre ulteriori esplorazione della cintura di Kuiper, quindi non è detto che il viaggio di New Horizons sia realmente giunto al termine.

new horizons terza sonda a lasciare il sistema solare

Caronte New Horizons

Una volta completata la sua missione principale e le eventuali missioni secondarie, la sonda proseguirà, come le “sorelleVojager 1 e 2 oltre che  Pioneer 10 e 11, verso l’eliosfera esterna, l’elioguaina e l’eliopausa, che dovrebbe raggiungere nel 2047. Sarà così la quinta sonda spaziale costruita dall’uomo a uscire dal sistema solare, la prima a portare con sé i resti di un essere umano.

Tags: Viaggi spaziali, spazio