Fanwave.it
Fanwave.it
Muldashev antiche civiltà

Muldashev: quattro civiltà sulla terra prima dell’uomo

Un noto specialista russo, Ernst Rifgatovich Muldashev, chirurgo oculista di professione e ricercatore per passione, è da tempo alla ricerca di tracce di antiche civiltà scomparse prima che l’umanità apparisse sulla terra.

Muldshev, che nel 2002 ha pubblicato tre volumi di “Alla ricerca della Città degli Dei”, cui sono poi seguti numerosi altri volumi (tra cui “Da dove veniamo” e “Tra le braccia di Dracula”), è convito infatti che l’esistenza di civiltà più antiche dell’uomo sia confermata da reperti archeologici, incisioni rupestri, riferimenti ad aerei e Ufo nelle storie e nelle leggende. Le civiltà che abitarono il pianeta sarebbero state quattro secondo lo studioso.

Muldashev antiche civiltà

Asura, i nativi

Gli Asura, o i nativi, furono secondo Muldashev la prima razza apparsa sulla terra ben 10 milioni di anni fa. Erano esseri incredibilmente alti, fino a 50 metri, avevano un corpo eterico, vivevano fino a diecimila anni e utilizzavano la telepatia per comunicare tra loro. In realtà non erano nativi della terra: vi si trasferirono in seguito alla morte del pianeta Phaethon.

Atlantidei, i nati dopo

Col passare dei millenni gli Asura cambiarono, i loro corpi si fecero più densi. Così si sarebbe sviluppata una nuova razza, gli Atlantidei, i “nati dopo”. Erano leggermente più piccoli degli Asura, non avevano ancora le ossa, ma erano dotati di un terzo occhio, situato tra le sopracciglia.

Lemuriani, i costruttori della Sfinge

Dopo gli Atlantidei, apparvero sulla terra i Lemuriani. Molto più simili agli umani moderni, essi possedevano uno scheletro osseo ed erano differenziati in base al sesso. Il terzo occhio era ancora presente, ma non così ben sviluppato come gli Atlantidei.

I Lemuriani erano alti circa 7-8 metri e vivevano circa mille anni. Secondo Muldashev, sono stati loro a costruire la Sfinge, Stonehenge e molti altri meravigliosi monumenti dell’antichità.

Muldashev sfinge

Borei, i più simili all’uomo

Per ultimi sarebbero apparsi i Borei: questa razza si formò molto dopo le altre, i suoi membri erano molto più bassi, non superavano i 3-4 metri di altezza, il loro terzo occhio era più nascosto mentre gli altri organi erano molto simili a quelli dell’uomo.

Che fine hanno fatto tutti questi esseri? Secondo Muldashev, circa 25-30 mila anni fa sul nostro pianeta si verificò una catastrofe nucleare a seguito di un conflitto tra Lemuriani e Borei. Alcuni dei Lemuriani si rifugiarono nelle caverne, dove caddero in uno stato simile al letargo, l’altra parte volò via su navi spaziali.

Ariani, dopo la caduta di Atlantide

Dopo l’uscita di scena dei Lemuriani i Borei e gli Atlantidei raggiunsero vette di sviluppo senza precedenti, ma non riuscirono a evitare la scomparsa delle loro civiltà che sarebbe avvenuta circa 12 mila anni fa.

Secondo Muldashev una quinta razza si sarebbe sviluppata poco prima della scomparsa di Atlantide, il cui mito così sopravvisse fino a noi: la razza "ariana". Gli antenati dell’uomo moderno non avevano un terzo occhio e per questo la nostra società si starebbe sviluppando più lentamente.

Sarà vero, o come dice la scienza ufficiale si tratta solo di teorie fantastiche senza alcuna prova concreta? Gli esperti si sono espressi, ma ai lettori di Muldashev questo non interessa.

Tags: Alieni, Misteri irrisolti, Atlantide, storia