Fanwave.it
Fanwave.it
Piramidi Kola e Iperborea

Le piramidi di Kola e la leggendaria Iperborea

La penisola di Kola è stata la vera culla dell’umanità? Lo sostengono da tempo alcuni studiosi secondo i quali la prima e più antica civiltà umana, a cui si rifarebbe il mito greco di Iperborea, si sarebbe sviluppata in tale regione.

Il mito di Iperborea

A sostegno di questa tesi, che ricorda appunto il mito di Iperborea, una terra lontanissima a Nord della Grecia che secondo Erodoto sarebbe stata un paese “perfetto”, illuminato dal sole splendente per sei mesi all’anno, sarebbero i risultati della spedizione russa Hyperborea-98 inviata nella penisola di Kola appunto nel 1998.

Sul pendio del monte Ninchurta, gli archeologi hanno scoperto una muratura in pietra, mentre nei pressi del Lago Santo è stata rinvenuta un’antica pietra dalla forma geometrica regolare con una cavità all’interno, in fondo alla quale erano conservate braci, forse tracce di un antico rituale magico.

piramidi kola

Le piramidi di Kola

Un’altra importante scoperta fu il ritrovamento dei resti di un antico osservatorio: alcune piramidi fatte dall’uomo e una vasca di 15 metri con due indicatori. L’età delle piramidi è stata stimata in almeno 9 mila anni, dunque sarebbero di gran lunga antecedenti a quelle egiziane. Inoltre, la forma della piramide ricorda il Monte Meru, noto come “l’asse del mondo”.

Queste e altre scoperte sembrerebbero confermare l’idea che gli antenati della razza umana provenissero dal Nord e che una catastrofe naturale li costrinse a migrare. Già nei primi anni ’20 del secolo scorso una spedizione scientifica guidata da un famoso ricercatore e scrittore Alexander Barchenko effettuò ricerche nella penisola di Kola.

piramidi kola bis

Per Barchenko Kola era Iperborea

L’ipotesi di Barchenko (studioso bolscevico, imprigionato e fucilato nel 1938) era che l’umanità avesse avuto origine a nord circa 10-12.000 anni fa; il diluvio di cui parla anche la Bibbia obbligò poi le tribù “iperboree” a lasciare l’area dell'attuale penisola di Kola per spostarsi a sud.

Barchenko era anche convinto che gli Iperborei fossero una civiltà altamente sviluppata: secondo il ricercatore essi conoscevano il segreto dell’energia atomica e sapevano come costruire e controllare veicoli volanti.

piramidi kola Barchenko

Iperborea affascina anche i massoni

Barchenko trasse queste convinzioni dalla letteratura massonica disponibile e credeva anche che i portatori dell’antica conoscenza di Iperborea fossero sciamani Saami che vivevano nella penisola di Kola.

Sembravano finora solo suggestioni e leggende, ora i risultati delle ricerche condotte sul campo sembrano confermare che almeno in parte il mito di Iperborea ha una base reale e che essa si potrebbe effettivamente trovare nell’attuale penisola di Kola.

Tags: Misteri irrisolti, Piramidi, Miti, Archeologia, storia