Fanwave.it
Fanwave.it
Droni di notte su Parigi

Droni di notte su Parigi: scherzo o rischio attentato?

Da alcune notti volano droni vicino a possibili bersagli come l’ambasciata Usa o la torre Eiffel. Scherzi o rischio attentato?

Solo una “bravata” da parte di qualche geek o le prove generali per un attentato terroristico? Parigi da qualche notte ha paura : lunedì e martedì scorso, il 23 e il 24 febbraio, alcuni droni (almeno cinque secondo le prime testimonianze raccolte dalla gendarmeria) non identificati hanno sorvolato la capitale francese venendo avvistati da centinaia di persone sopra a Piazza della Concordia, sulla spianata degli Invalides e nei pressi del monumento alla Bastiglia, presso la torre Eiffel, lungo la Senna, vicino all’ambasciata Usa, alle porte di Saint-Ouen e Clignancourt a nord e a Issy-les-Moulineaux a sud di Parigi.

Gli avvistamenti si sono susseguiti tra la mezzanotte e le sei del mattino e potrebbero essere collegati a un primo avvistamento (di un singolo drone) avvenuto già in gennaio nei pressi del palazzo dell’Eliseo, dove risiede il presidente francese Francois Hollande. Ancora prima, in ottobre, erano stati segnalati droni in volo nei pressi di alcuni impianti nucleari. Chiunque sia stato difficile non sappia che nei cieli sopra Parigi è vietato far volare qualsiasi veivolo, con o senza equipaggio, al di sotto dei 6 mila metri d’altezza (i droni sono stati segnalati ad altezze variabili tra i 100 e i 300 metri).

Per il momento le autorità francesi minimizzano, parlando di possibile rischio che qualche passante venga ferito in caso di caduta di un drone più che di rischi per la sicurezza nazionale dovuto ad eventuali attentati che potrebbero venire preparati da riprese e foto aeree ad alta precisione che i droni sono teoricamente in grado di fare. Per ora però il responsabile di queste azioni non ha un nome né una sigla e questo non fa certamente dormire tranquilli né i parigini né i servizi segreti di mezzo mondo.

Tags: Articoli, Droni, Terrorismo, Top secret