Fanwave.it
Fanwave.it
suicidemouse.avi

Suicidemouse.avi: un video di Topolino maledetto?

Tra gli appassionati di cartoni animati di Mickye Mouse (Topolino) degli anni ‘30 gira da tempo una leggenda urbana: che esista una copia rimasterizzata di un video mai pubblicato. Si tratterebbe di un loop continuo di Topolino che cammina davanti a sei palazzi: la sequenza si ripete per circa 2 o 3 minuti prima di chiudersi in dissolvenza.

Secondo alcune recensioni pubblicate in rete, pare che la sequenza al posto delle solite melodie termini con un loop di accordi dissonanti, al pianoforte, per circa un minuto e mezzo, per poi diventare un rumore statico di fondo per il resto della breve pellicola. Sarebbe dunque una sorta di video demo, un lavoro non completato? Forse, ma non è detto. MickeyMouse

Un insolito Topolino

Il Topolino della sequenza non assomiglia a quello che tutti conosciamo e amiamo, quello che balla, canta e sorride: questo si limita a camminare, con una normale espressione sul volto ma con la testa dondolante da un lato all’altro che gli dona un’espressione afflitta e malinconica davvero inconsueta. Fin qui la storia che tutti conoscono, ma la leggenda che circola in rete è molto più oscura.

Alcuni anni fa il critico cinematografico Leonard Maltin avrebbe iniziato a recensire il cartone, giudicandolo però troppo scadente per essere pubblicato. Volendolo comunque inserire nel suo archivio avrebbe ottenuto una copia digitalizzata e notato che l’intero brano durava 9 minuti e 45 secondi. Dopo la dissolvenza il filmato continuava con lo schermo nero fino al sesto minuto. Suicidemouse MickeyMouse

Un audio angosciante

A questo punto la scena tornava su Topolino che camminava, ma il sottofondo musicale era mutato: si trattava di un mormorio, come un pianto gorgogliato. Mentre il rumore saliva di tono, l’immagine iniziava a diventare strana, col marciapiede che sembrava andare in direzioni impossibili date le proprietà fisiche della camminata di Topolino.

Il volto del celebre personaggio di Walt Disney, inoltre, iniziava ad arricciarsi lentamente in un sinistro sorriso compiaciuto. Al settimo minuto il mormorio si sarebbe trasformato in un urlo raccapricciante, mentre l’immagine sarebbe diventata più oscura, con la comparsa di colori (cosa impossibile data l’epoca del filmato originale).

Sequenza raccapricciante

A quel punto la faccia di Topolino sarebbe crollata letteralmente a pezzi, i suoi occhi rotolati sotto il mento come biglie in una boccia per pesci rossi, il suo sorriso arricciato verso l’alto sul lato sinistro del viso. Nel frattempo i palazzi si sarebbero trasformati in maceria fluttuanti a mezz’aria, mentre il marciapiede continuava a muoversi in direzioni fisicamente impossibili. Suicidemouse ending

Qui sarebbe finita la visione del video da parte di Leonard Maltin, che avrebbe chiesto a un assistente di terminare di visionare il filmato annotando ogni particolare per poi riporlo in archivio. Secondo gli appunti dell’impiegato, l’urlo sarebbe durato fino a qualche secondo dopo l’ottavo minuto, quando la scena si sarebbe ristretta sulla faccia di Topolino, con un sottofondo come di carillon rotto.

Un filmato maledetto?

Finito di visionare la scena l’assistente di Maltin sarebbe uscito, in chiaro stato confusionale, avrebbe ripetuto per sette volte “la vera sofferenza non è ancora conosciuta”, avrebbe disarmato una guardia di sicurezza e si sarebbe suicidato con la sua pistola.

Successivamente si sarebbe scoperto che l’ultimo fotogramma dell’intera sequenza video, certamente molto diversa dai classici Disney, avrebbe riportato questo testo in cirillico (cosa alquanto bizzarra per un cartone animato americano degli anni Trenta): “Le viste dell’inferno riportano dentro chi le vede”. Suicidemouse scritta cirillico

Che relazione col “Suicidemouse.avi” in rete?

Nessun altro dovrebbe aver più visto il video da allora, ma su Youtube e su programmi peer to peer come Rapidshare girano da tempo alcuni filmati intitolati “Suicidemouse.avi”, della durata di 9 minuti e 45 secondi, in bianco e nero, con un Topolino che cammina davanti a dei palazzi, in loop, una lunga sequenza di nero e di nuovo alcuni fotogrammi di Topolino con un audio dissonante e strane grida stridule, oltre alla scritta in cirillico finale.

Preciso che li ho solo guardati per qualche istante, nell’anteprima saltando da un punto all’altro della sequenza, ma ho preferito non guardarli integralmente: qualcuno sa se si tratta di semplici copie fatte da fans o se sono duplicati del filmato originale e in questo caso se abbiano mai causato altri suicidi? Se temete che la risposta giusta sia la seconda, forse non dovreste visionarli.

Tags: Misteri irrisolti