Fanwave.it
Fanwave.it
Halloween - Sanhaim, origini celtiche

Halloween, festa celtica “cristianizzata” prima dell'anno Mille

1 1 1 1 1 1 1 1 1 1 Rating 5.00 (3 Votes)

Halloween? Una festa americana, cosa c’entra con noi europei?! Una festa ispirata dal demonio, una celebrazione di Satana che prova a sovvertire le nostre “belle tradizioni” come Ognissanti e la celebrazione dei defunti. Abbiamo sentito troppe volte queste reazioni stizzite da parte di persone di indole conservatrice e poco informate sui fatti ed è ora di fare chiarezza.

Hallowen è la vigilia di Ognissanti in Irlanda

Halloween light

Primo luogo comune da sfatare: le origini di Halloween sono irlandesi, non americane. Il termine Halloween (in irlandese Hallow E’en) deriva infatti dalla forma contratta di “All Hallows’ Eve”. Dato che “Hallow” è la parola in inglese arcaico che significa santo, Halloween significa esattamente “la vigilia di tutti i santi”, ossia di Ognissanti, altro che festa del demonio! Ma il significato cristiano, come spesso è accaduto nella storia, si è solo sovrapposto a una ben più antica tradizione, in questo caso celtica.

Per i Celti, un popolo di pastori all'epoca diffusi anche in Irlanda i cui ritmi di vita erano scanditi da quelli delle greggi, l’anno finiva a fine ottobre (il primo novembre era dunque l’equivalente del nostro Capodanno), col termine ufficiale della bella stagione e l’inizio di un periodo di tenebre e freddo in cui si passava il tempo chiusi in casa a costruire utensili e raccontarsi leggende davanti a un fuoco. Durante questo passaggio dalla luce alla tenebra, dal caldo al freddo, dall’anno vecchio all’anno nuovo, era festeggiato lo Samhain, come confermano le iscrizioni contenute nel calendario di Coligny.

Festività legata al tema della morte (e della vita)

Halloween Tara Hills

Il tema principale di questa festività, in sintonia con ciò che stava avvenendo in natura, era la morte: infatti durante la stagione invernale i campi sembrano come morti, mentre in realtà la vita va rinnovandosi sottoterra, dove tradizionalmente si trova il regno dei morti. Lo Samhain divenne così una festa al tempo stesso legata alla terra,al bestiame e al culto dei morti: a Tlachtga, vicino alla collina di Tara, veniva acceso un falò sacro ove si buttavano le ossa del bestiame macellato in onore di Samhain.

Tutti gli altri fuochi venivano spenti, poi ogni capo famiglia prendeva il nuovo fuoco dal falò sacro. Secondo la leggenda, in quella notte Samhain chiamava a sé tutti gli spiriti dei morti, che vivevano in una landa di eterna giovinezza e felicità chiamata Tir nan Oge, e veniva abbassato lo scudo della leggendaria guerriera scozzese Scáthach (che avrebbe addestrato l’eroe irlandese Cú Chulainn nell’arte del combattimento), scudo che separava il regno dei vivi da quello dei morti.

Anche la celebrazione dei defunti si lega ad Halloween

Halloween Samhain

Così in quella sola notte i defunti potevano tornare nei luoghi in cui avevano vissuto e in loro onore si tenevano celebrazioni gioiose. Notate che questo aspetto (l’idea che i defunti possano tornare a farci visita una volta all’anno) non è mai stato cancellato neppure dal Cristianesimo, che nel 835 d.C. sovrappose Ognissanti a Samhain (solo da quel momento associato al demonio) e circa 160 anni dopo (nel 998 d.C.) fece seguire alla festività anche la giornata (e relativa vigilia) della celebrazione dei defunti.

Una volta terminata la celebrazione di Samhain, preso il fuoco sacro e vestiti con maschere grottesche, i Celti tornavano al proprio villaggio, facendosi luce con lanterne ricavate intagliando cipolle al cui interno erano poste le braci del fuoco sacro. Se state pensando che questo sia stato l’inizio delle zucche intagliate di Halloween avete assolutamente ragione, ma non è finita qui.

Halloween pumpkins

Tornati ai villaggi i Celti festeggiavano per 3 giorni, mascherandosi con le pelli degli animali sacrificati al fine di spaventare gli spiriti e farli infine tornare nel regno dei morti. Anche in questo caso la tradizione precedente al Cristianesimo si è mantenuta, pur trasformando la festività in una sorta di tenebroso Carnevale fuori stagione.

Tags: Misteri risolti, storia, Halloween