Fanwave.it
Fanwave.it
Anonymous e la vita aliena

Anonymous e la conferma di vita aliena

1 1 1 1 1 1 1 1 1 1 Rating 5.00 (1 Vote)

Anonymous ha hackerato la Nasa e rivelato al mondo come l’ente spaziale americano stia per dare il clamoroso annuncio di avere ormai le prove dell’esistenza di vita aliena? A giudicare dal clamore mediatico con cui negli ultimi giorni la notizia è rimbalzata sui principali organi di informazione sul web, a partire dal Sun, dal Mirror e dal Inquisitr, piuttosto che dall’edizione italiana di Huffingtonpost sembrerebbe di sì.

La Nasa smentisce ma…

Scontata la smentita della Nasa, che per ora si è limitata a confermare la scoperta da parte del telescopio spaziale Kepler di altri 219 esopianeti, di cui 10 sembrano simili alla Terra ed in grado di ospitare forme di vita. Ma quello che pochi hanno notato, in tutta questa vicenda, è che il presunto canale Youtube di Anonymous che ha diffuso la notizia, Anonymous Global, non è il canale ufficiale del gruppo di hacker (che è questo) su cui peraltro non si parla in alcun modo di Ufo e alieni, mentre su Anonymous Global non è la prima volta che si parla di avvistamenti Ufo ed extraterrestri.

Anonymous logo

Complimenti ad Anonymous Global

Insomma: complimenti allo Youtuber che sfruttando opportunisticamente una denominazione simile a quella del celebre gruppo di hacker (che ha pure un sito ufficiale, su cui ugualmente la notizia della presunta scoperta di cosa la Nasa starebbe nascondendo non è riportata) ha già raggiunto il traguardo di oltre 100 mila iscritti al canale, rispetto agli oltre 1,5 milioni di iscritti al canale ufficiale di Anonymous, e di oltre 23 mila visualizzazioni del video in cui “denuncia” il tentativo della Nasa di tenere nascosta la notizia della scoperta di vita aliena. Ma la notizia, semplicemente, non c’è.

L’audizione di Thomas Zurbuchen

Di più: anche se fosse veramente un affiliato ad Anonymous, come lascerebbe ad intendere nel proprio sito, lo Youtuber in questione nel suo video non rivela alcun documento “segreto”, né prove di un hackeraggio effettuato ai danni della Nasa, semplicemente rivela notizie già note e diffuse pubblicamente, come il discorso del professor Thomas Zurbuchen, membro del Science Mission Directorate della Nasa, che in un’audizione al Congresso degli Stati Uniti sul tema “American Science, Space and Technology” (che potete trovare qui) si disse convinto che “siamo in procinto di fare una delle più profonde e senza precedenti scoperte della storia” in materia di prove di vita aliena.

Anonymous Nasa

La ricerca di vita aliena prosegue

Zurbuchen nella sua audizione ha voluto ricordare tutte le “differenti attività e missioni” che la Nasa sta conducendo sul tema specifico della ricerca di vita aliena, ma non ha saputo dire se e quando sarà possibile dare l’atteso annuncio. Con 100 miliardi di galassie ognuna contenente oltre 100 miliardi di sistemi solari è puro calcolo probabilistico pensare che la Terra non possa essere l’unico pianeta in cui la vita si è sviluppata. Che questo significhi che domani la Nasa possa annunciare che gli alieni esistono e, anzi, sono già tra noi sotto mentite spoglie non è una questione che Anonymous Global sia stato in grado di rivelare al mondo.

Tags: Alieni, Misteri risolti, spazio