Fanwave.it
Fanwave.it

Hoia Baciu, la foresta spettrale di Transilvania

1 1 1 1 1 1 1 1 1 1 Rating 5.00 (3 Votes)

Hoia Baciu

Avete mai visitato la foresta di Hoia Baciu? E’ una spettrale foresta con alberi dai tronchi ricurvi e sottili, al confine settentrionale della Romania, in Transilvania, non lontano dalla città di Cluj Napoca dove nacque il re d’Ungheria, Croazia e Boemia Mattia Corvino, prima alleato e poi spietato nemico di Vlad III di Valacchia, ossia Vlad Tepes (l’impalatore), figlio secondogenito di Vlad II Dracul e figura storica che ha ispirato il personaggio del conte Dracula, che alcuni ritengono sia poi stato sepolto a Napoli (vedi: A Napoli è sepolto un diavolo, un drago o un vampiro?).

Hoia Baciu

Una foresta gotica

Mentre Cluj Napoca vanta splendide costruzioni gotiche e medievali ed è ricca di statue rinascimentali, la foresta secondo la leggenda è stata la casa dal diavolo. C’è chi giura di aver visto fantasmi aggirarsi fra gli alberi e chi dice di aver avvisto alieni, strane luci e Ufo aggirarsi sopra il bosco, ma il vero mistero di Hoia Baciu restano i suoi alberi. La foresta si estende per 250 ettari e sebbene esista da oltre duecento anni, gli alberi sembrano ancora giovani, con tronchi sottili e dalla forma a dire poco insolita.

Hoia Baciu

Il Triangolo delle Bermuda della Transilvania

In mezzo alla foresta, poi c’è una radura, perfettamente circolare, dove da sempre non cresce un filo d’erba. Insomma, un vero set da film horror, che non a caso è stato soprannominato il “Triangolo delle Bermuda” della Transilvania, anche perché vuole la leggenda che chi si addentra troppo all’interno di Hoia Baciua non riesca più a uscirne. Inutilmente biologi e ricercatori da tutto il mondo hanno provato ad analizzare la foresta fantasma: non è mai stato scoperto nulla di anormale, ma i misteri sono proseguiti.

Hoia Baciu

Le ricerche di Alexander Sift

Il biologo Alexander Sift (morto nel 1993), dopo esser stato a Hoia Baciu per due settimane, ha avuto febbre e strane ustioni su tutto il corpo: da allora ha dedicato la sua vita a indagare sui misteri della foresta, scattando circa 60.000 foto della foresta e scoprendo zone ad elevata radioattività e sintomi compatibili con la cheratosi attinica, malattia cutanea dovuta ai raggi ultravioletti. Nulla è stato però confermato da successive ricerche, così il mistero del Triangolo delle Bermuda della Transilvania rimane.

Hoia Baciu

Tags: Misteri irrisolti