Fanwave.it
Fanwave.it

Anche i morti sbancano al botteghino

Da Brandon Lee a Paul Waker, passando per Richard Harris e Robin Williams: l'elenco degli attori di successo anche da morti è lungo.

Brandon Lee
Brandon Lee

I tempi di realizzazione e distribuzione dei film sono di alcuni mesi, in qualche caso però le pellicole possono trovare spazio nei cinema anche dopo un anno o più dopo il primo ciack. E nel frattempo qualche incidente, malattia o suicidio possono aver mandato all'altro mondo uno o più attori. Così capita più frequentemente di quanto non si pensi che il pubblico applauda l'ultima performance di qualcuno che non c'è più, quasi un omaggio a zombie cinematografici sospesi tra la vita sul grande schermo e la morte fisica.

Richard Harris
Richard Harris

Uno dei casi più noti è quello di Brandon Lee, attore figlio del celebre Bruce Lee, morto durante le riprese del film Il Corvo (The Crow), uno dei campione d'incassi del 1994 (nei soli Stati Uniti con quasi 50,7 milioni incassò più di film come Natural Born Killers, Beverly Hills Cop III o Wyatt Earp). Ma come Brandon hanno avuto successo anche da morti Richard Harris, attore da tempo malato da linfoma di Hodgkin e scomparso nel 2002, poco dopo aver terminato le riprese di Harry Potter e la camera dei segreti (Harry Potter and the Chamber of Secrets) in cui, come in Harry Potter e la pietra filosofale (Harry Potter and the Philosopher's Stone), dell'anno prima, interpretava il preside della scuola di magia di Hogwarts, Albus Silente.

Robin Williams
Robin Williams

Più di recente Robin Williams, morto suicida la scorsa estate, ha avuto ben quattro film che l'hanno visto tra i protagonisti dopo il suo decesso: A Merry Friggin' Christmas , Una notte al museo 3: il segreto del faraone (Night at the Museum: Secret of the Tomb), record di incassi al botteghino con oltre 354 milioni di incasso in tutto il mondo, Absolutely Anything (in cui Williams ha lavorato come doppiatore) e Boulevard, che sta uscendo in Italia solo in questi giorni dopo aver faticato non poco a trovare una distribuzione.

Paul Walker
Paul Walker

Altro film in distribuzione in questi giorni è Fast & Furius 7: l'attore coprotagonista, Paul Walker, è deceduto per un incidente automobilistico lo scorso anno, quando le riprese del film dovevano ancora essere ultimate, ma fa regolarmente parte della pellicola contendendo al protagonista, Vin Diesel, l'attenzione del pubblico. Ultimo ma non meno importante nome della lista dei "non morti" ancora sugli schermi è l'italiana Virna Lisi, morta nel sonno a fine 2014 dopo un mese circa da che le era stato diagnosticato un cancro ai polmoni. La Lisi, sepolta a fianco al marito al cimitero di Prima Porta, a Roma, è sugli schermi da un paio di settimane con il film Latin Lover diretto da Cristina Comencini, che finora ha incassato poco meno di 1,6 milioni di euro. Insomma: zombie e "non morti" sembrano piacere al pubblico cinematografico e non solo come tema di una pellicola.

Virna Lisi
Virna Lisi

Tags: News, Celebrità, Hollywood, Cinema