Fanwave.it
Fanwave.it

Ufo: il misterioso incidente di Aurora

Ufo: il misterioso incidente di Aurora
Illustrazione dell'incidente pubblicata sui giornali dell'epoca

Alzi la mano chi non ha mai udito del presunto incidente Ufo di Roswell del 1947, in New Mexico, ma forse non tutti sanno che 50 anni prima c’era già stato un precedente, ad Aurora, in Texas. Anche in questo caso, proprio durante un’ondata di avvistamenti di Ufo avvenuti in tutti gli Stati Uniti tra il 1896 e il 1897, si parlò di un oggetto volante non identificato che il 17 aprile 1897 si sarebbe schiantato dopo aver urtato, intorno alle 6 del mattino ora locale, un mulino a vento sulla proprietà del giudice J.S. Proctor.

Cosa sia realmente successo è difficile dire ad oltre un secolo di distanza, ma di certo non può essersi trattato di un aereo, visto che i fratelli Wright riuscirono a far volare il loro Flyer per la prima volta solo il 17 dicembre 1903. Secondo il Dallas Morning News che in un articolo firmato S.E. Haydon riferì due giorni dopo dell’incidente, lo schianto avrebbe ucciso il pilota, un essere “non di questo mondo” che sarebbe stato sepolto “con rito cristiano” nel vicino Cimitero di Aurora, dove tuttora una targa posta dalla Texas Historical Commission ricorda l’avvenimento.

Ufo: il misterioso incidente di Aurora
Ingresso cimitero di Aurora

Gli sforzi successivi per riuscire a riesumare il corpo sono tuttavia stati vani per l’opposizione della Aurora Cemetery Association, sicché ad oggi l’unica testimonianza, oltre all’articolo del Dallas Morning News, rimane quella di Mary Evans, all’epoca 15enne, che a 91 anni raccontò di aver sentito i suoi genitori parlare di un “piccolo corpo” che era stato rinvenuto tra i relitti e che, per quanto sfigurato dall’incidente, sembrava non essere quello di un abitante della Terra.

Secondo quanto venne riferito all’epoca, i detriti dell’Ufo sarebbero stati buttati in un vicino pozzo situato sotto il mulino a vento danneggiato, salvo alcuni frammenti, tumulati con l’alieno. In epoca più recente alcuni giornalisti come Jim Marrs, che da anni studia casi di presunte cospirazioni e incidenti (alieni e non), questi ultimi frammenti, e forse il corpo dell’extraterrestre, sarebbero stati prelevati anni dopo da agenti governativi.

Ufo: il misterioso incidente di Aurora
Lapide del presunto alieno

Secondo Barbara Brammer (una ricercatrice storica ed ex sindaco di Aurora) potrebbe invece essersi trattato semplicemente di una storia inventata da S.E. Haydon per cercare di mantenere viva Aurora in un periodo in cui a causa di una siccità, di un incendio, di un’epidemia di febbre e della mancata costruzione di una linea ferroviaria, la città era sul punto di morire.

La teoria della burla è stata sostenuta anche da Etta Pegues, secondo la quale S.E.Haydon si inventò tutto, tanto più che non vi sono prove che il giudice J.S. Proctor abbia mai posseduto un mulino a vento sulla sua proprietà. Anche così, a distanza di quasi 120 anni, quello dell’incidente di Aurora rimane uno dei casi più verosimili, o quanto meno non impossibili, di “primo contatto” con un Ufo di cui si abbia notizia negli Stati Uniti.

Tags: Ufo, Alieni