Fanwave.it
Fanwave.it

Ufo: l’ex colonnello Halt pronto a rivelare la verità

Charles Halt
Charles Halt

Se dovesse essere vero potrebbe essere clamoroso. Un ex ufficiale della marina militare americana, il colonnello in pensione Charles Halt, che ha dichiarato che il suo accordo di riservatezza nei confronti delle attività del governo americano è scaduto nell’ottobre 2014, ha promesso di sollevare il coperchio su migliaia di file top-secret sugli casi di Ufo che coinvolsero personale militare negli anni Ottanta e che l’ex ufficiale sostiene di aver visionato.

Halt ha lavorato al Naval Telecommunications Center presso il NAS Moffett Field dal febbraio 1986 all’ottobre 1989 e dalle prime impressioni sembrerebbe essere un insider “genuino”. “A questo punto della mia vita - ha spiegato Halt - vorrei condividere la mia conoscenza sull’argomento, nella speranza che qualcuno sappia utilizzarla in modo efficace per arrivare ad una divulgazione” delle “migliaia di documenti relativi a progetti Ufo ed extraterrestri” che egli stesso ha visionato.

Charles Halt
Charles Halt ad una conferenza

Halt sostiene di aver avuto le autorizzazioni di sicurezza compartimentali Ts Sbi/Esi Nato/Siop, ovvero autorizzazioni per accedere a documenti “top secret”nell’ambito di indagini “special background”, in piani operativi singoli integrati, per informazioni classificate come “eccezionalmente sensibili” e in ambito Nato. Durante il suo servizio il suo gruppo di lavoro aveva anche un impiegato trasferito da una stazione di comunicazione congiunta Usa/Gran Bretagna a Nord di Londra dove aveva lavorato per una dozzina d’anni.

Quest’uomo avrebbe dichiarato ad Halt che la stazione serviva alla National security agency (Nsa) per monitorare l’attività Ufo, compreso l’incidente presso la foresta di Rendalsham. Sempre questo impiegato avrebbe spiegato che Ufo ed extraterrestri erano veri e che sperava che la verità emergesse “nell’arco del tempo della mia vita” avendo all’epoca una sessantina d’anni. Insomma, l’attesa è grande: porterà Halt delle prove inconfutabili di quanto afferma, o si limiterà a dichiarare di aver visto documenti “scottanti” senza peraltro poterli mostrare? Nei prossimi mesi dovrebbero giungere le prime risposte.

Tags: Ufo, Documenti classificati