Fanwave.it
Fanwave.it

Invasione aliena, la Terra saprebbe difendersi?

1 1 1 1 1 1 1 1 1 1 Rating 4.50 (2 Votes)

Invasione aliena

La Terra è pronta a fronteggiare un’invasione aliena, se mai accadesse? Se lo sono chiesti gli autori del programma Curiosity, trasmesso per la prima volta da Discovery Channel nel 2011 in America e da allora periodicamente anche dal canale Focus sul digitale terrestre italiano.

Curiosity, nata dalla mente del fondatore ed ex presidente di Discovery, il produttore John Hendrick (che dopo essersi ritirato nel 2014 ha fondato un servizio di video on demand, Curiosity Stream) è stata considerata assieme a Planet Earth e Life una delle serie più rivoluzionarie del network televisivo americano; originariamente avrebbe dovuto essere composta di 12 episodi a cadenza mensile distribuiti su 5 stagioni per un totale di 60 puntate, ma il progetto ha poi visto solo una prima stagione di 16 episodi, seguita da una seconda di 13 episodi, fermandosi dunque a 29 episodi.

Nella puntata dedicata alla possibile invasione aliena, presentata dall’attrice americana Michelle Rodriguez (che ha anche dato la voce ad alcuni personaggi di videogame come in Call of Duty e in Halo), si prova a capire se la Terra sia pronta a un’eventuale invasione aliena, idea che può sembrare assurda perché sembra assurda l’idea di alieni sul nostro pianeta, eppure l’idea che esista vita aliena nell’universo è tutt’altro che assurda come conferma il professor Michio Kuko (di cui vi abbiamo già parlato link) ricordando che nella sola Via Lattea esistono circa 100 miliardi di stelle e un telescopio è in grado di osservare almeno un miliardo di galassie.

Invasione aliena

Un’eventuale invasione aliena vedrebbe probabilmente un attacco globale, perché non avrebbe senso attaccare singoli paesi dato che per gli alieni saremmo fondamentalmente tutti identici. Poiché verosimilmente vorrebbero preservare la nostra biosfera, potrebbero attaccare ciò da cui dipende l’umanità ma non il resto della biosfera, ossia la tecnologia. Ma l’umanità sarebbe in grado di reagire? Certamente potremmo tentare di lanciare missili, ma di che tipo? Molti potrebbero pensare ai missili nucleari, ma usarli nello spazio comporterebbe un problema.

Sulla terra un’esplosione nucleare crea un’onda d’urto al cui interno si raggiungono temperature prossime a quelle del sole, in grado di polverizzare tutto ciò che si trova nel raggio dell’esplosione. Ma nello spazio non c’è l’atmosfera a fare da conduttore per l’onda d’urto per cui l’effetto è molto minore. Potremmo ricorrere a dei laser ultra potenti, ma simili armi sono al momento ben lontane dall’efficienza immaginata dagli sceneggiatori di Star Treek.

In ultima analisi, solo se tutti i governi mondiali reagissero coordinando gli sforzi potremmo avere una comunque minima possibilità contro una razza che per aver viaggiato nell’universo sino alla Terra avrebbe già dimostrato di esserci tecnologicamente di molto superiore. Non resta che sperare che simili “viaggiatori” siano mossi da intenzioni meno aggressive di quelle mostrate dagli europei dopo la scoperta dell’America, o che tengano molto alla biodiversità nell’universo.

Tags: Alieni