Fanwave.it
Fanwave.it

Vampiri di Polonia, il mistero delle tombe

Vampiri Polonia

Visitatori provenienti da altri mondi o altre dimensioni? Vampiri? Demoni? C’è un posto in Europa dove le leggende più oscure che ci accompagnano sin dal Medioevo hanno avuto una macabra conferma storica e non è la Transilvania, ma la Polonia a Kamien Pomorski. E’ in questa piccola cittadina che nella primavera del 2014 un team di archeologi guidato dal professor Slawomir Gorka ha scoperto una tomba del sedicesimo secolo con uno scheletro che aveva in bocca un mattone, segno inequivocabile, secondo gli studiosi, che il morto qui sepolto era ritenuto essere un vampiro (e pertanto gli si voleva impedire di poter tornare a mordere).

La sepoltura di “vampiri” non era in realtà così inusuale tra il tredicesimo e il diciassettesimo secolo. Sempre in Polonia nel 2013 a Gliwice erano già state scoperte altre tombe i cui scheletrici occupanti avevano il cranio in mezzo alle gambe, segno di un’esecuzione rituale utilizzata per evitare che i “succhiasangue” tornando in vita trovassero la propria testa e risorgessero a terrorizzare i vivi.

Vampiri Polonia

Ancora più sorprendenti le scoperte fatte, fin dal 2008, in un terzo cimitero polacco del sedicesimo secolo, quello di Drawsko in cui ben cinque tombe sono state scoperte contenere scheletri avvinghiati da un falcetto agricolo alla loro gola, ulteriore prevenzione contro il risveglio del “non morto” (in quanto il falcetto avrebbe tagliato di netto il collo del vampiro se questi avesse tentato di risorgere). Eppure alcuni studiosi contestano queste interpretazioni, in particolare nel caso delle tombe di Drawsko.

Vampiri Polonia

Sono state ritrovate con il falcetto gli scheletri di due donne adulte, di circa trent’anni, di un uomo fra i 35 e i 44 anni, di una ragazza tra i 14 e i 19 anni e di una donna sulla cinquantina (che però aveva la falce avvolta attorno al bacino e non alla base del collo). Secondo Marek Polcyn (Lakehead University) ed Elzbieta Gajda (Muzeum Ziemi Czarnkowskiej), in questo caso i falcetti potevano essere stati posati a protezione dei defunti e non dei vivi, per aiutarli cioè a difendersi dall’assalto di misteriosi demoni che avrebbero potuto turbare il loro sonno eterno.

Vampiri Polonia

Ma come è stato possibile che si sia diffusa la credenza dei vampiri, o dei demoni che attendono le anime di chi è appena morto al varco per possederle? Solo conseguenze delle tante epidemie di peste e di colera o delle tante guerre che scoppiarono devastando l’Europa per tutto il Medioevo e il Rinascimento, perdurando fino almeno al Seicento? O qualcuno ha davvero visto creature di un’altra dimensione o di un altro mondo rapire e fare strani esperimenti su esseri umani e animali? Gli archeologi non sono in grado al momento di offrire una risposta.

Vampiri Polonia

Vampiri Polonia

Vampiri Polonia

Vampiri Polonia

Vampiri Polonia

Tags: Misteri irrisolti, Vampiri