Fanwave.it
Fanwave.it

A lanciare il segnale wow furono due comete?

segnale wow
Il “segnale wow”

Il celebre “segnale wow” registrato per 72 secondi dal radiotelescopio BigEar dell’Ohio University il 15 agosto 1977 (il nome deriva da un’annotazione fatta a penna dall’astronomo Jerry Ehman sul tracciato della registrazione) e da sempre ritenuto provenire da un punto nella costellazione del Sagittario, nei pressi dalla stella Tau Sagittarii, distante circa 122 anni luce dalla Terra? Non sarebbe stato emesso da una civiltà extraterrestre, ma da due comete.

Questo almeno è quanto ha affermato in questi giorni il professor Antonio Paris, associato di astronomia per il St. Petersburg College in Florida oltre che candidato astronauta per il progetto per missioni suborbitali PoSSUM (Polar Suborbital Science in the Upper Mesosphere) supportato dal Flight Opportunities Program della Nasa, dopo aver scoperto due comete che nel 1977 non erano ancora note. Le due comete secondo Paris si trovavano quel giorno nella giusta posizione e grazie alla loro scia di idrogeno potrebbero aver sprigionato energia della giusta lunghezza d’onda.

Antonio Paris
Professor Antonio Paris

In realtà però Paris non ha affermato con certezza che 266P/Christensen e P/2008 Y2 (Gibbs), le due comete in questione, siano l’unica possibile causa del segnale ed ha anzi invitato a metterle sotto osservazione per poter trovare una volta per tutte una risposta alla domanda: il “segnale wow” era di origine naturale o artificiale?

Per chi crede che si sia trattato di un primo segnale inviatoci, volontariamente o meno, da una civiltà extraterrestre questo è quanto basta: si può continuare a credere. Nel frattempo se gli alieni di Tau Sagittarii fossero tanto gentili da inviare un nuovo segnale sarebbe ancora meglio. Mai dire mai.

Tags: Vita extraterrestre, Radiotelescopi