Fanwave.it
Fanwave.it

Ufo: il 2015 è stato un anno ricco di avvistamenti

Ufo Alieni

Il 2015 è stato uno degli anni più soleggiati di sempre e se gli amanti degli sport invernali si lamentano dell’assenza di neve naturale su tutto l’arco alpino, gli appassionati di ufologia sono senz’altro molto più soddisfatti. Il 2015 si è infatti rivelato uno degli anni più ricchi di avvistamenti di Ufo veri o presunti: a parte le bufale palesi, in forte aumento, anche gli avvistamenti che non hanno ricevuto spiegazioni ufficiali sono stati numerosi come non mai.

Avere avuto giornate senza nubi, grandi Lune piene giganti, clima estremamente mite anche in primavera, autunno e inverno, ha favorito numerosi cacciatori di Ufo come Richard O’Connor, un abitante del Montana che afferma di aver scattato foto di due Ufo lo scorso 4 novembre, notizia poi ripresa dalla stampa americana e mondiale con grande enfasi proprio sotto Natale.

Ufo Alieni
Richard O’Connor

Per riuscire nell’impresa secondo quanto hanno riferito i media americani O’Connor ha puntato alcune fotocamere “motion capture” (ossia che si attivano solo quando avvertono un movimento) del modello Reconyx Hyperfire Pc 900 Trail contro il cielo, scattando qualcosa come 280 mila foto prima di riuscire a trovare le prove che cercava in cinque diversi scatti.

Non tutti sono convinti che O’Connor, nel frattempo diventato una piccola celebrità sulle televisioni locali americane, abbia realmente scattato le foto e non si sia limitato a ritoccarle con programmi di fotoritocco, sta di fatto che il 2015 sta finendo nello stesso modo in cui è trascorso: con decine di nuovi casi di avvistamenti e milioni di persone che sono sempre più convinti dell’esistenza di Ufo e di forme di vita extraterrestre.

Ufo Alieni
Ufo fotografato da Richard O’Connor

Ufo Alieni
Ufo fotografato da Richard O’Connor

Così qualcuno si azzarda a pronosticare: il 2016 potrebbe essere l’anno giusto per riuscire ad avere una prova ufficiale di un primo contatto alieno, o di una forma di vita extraterrestre, magari proprio nel sistema solare (anche se in questo caso sembra più probabile che si trovino solo tracce fossili). O forse è solo la consueta abitudine di ogni fine anno di provare ad indovinare cosa ci riserva il futuro ricorrendo ad oroscopi, indovini o statistiche?

Tags: Incontri ravvicinati, Avvistamenti