Fanwave.it
Fanwave.it

Alieno o demone in un cimitero?

Certe volte un video per diventare virale ci mette un po’, ma in questo caso ci ha messo più che un poco, per la precisione quattro anni.

 

Dopo essere stato caricato su Youtube il 2 febbraio 2011, il video in questione (che una scritta iniziale precisa essere stato girato nel dicembre 2005) sta registrando una “seconda giovinezza” in queste settimane.

Si tratta in effetti di un video che definire particolare è poco: mostra per alcuni secondi un essere dai tratti assolutamente alieni, nascondersi tra le tombe di un cimitero.

Alieno grigio, demone, animale o cosa?

Il primo ad averlo postato su Youtube è stato il blog Massiveufosightingshawaii, di recente apparentemente scomparso dal web (era online fino allo scorso ottobre), ma alcune sue informazioni sono rimaste in rete.

Il registrar (ossia il soggetto che in base ad un contratto col registro di uno dei domini di primo livello, può gestirli per conto degli utenti finali) era Universo Online S/A, società brasiliana che risulta essere una dei principali provider dell’America Latina.

Difficile tuttavia capire se il cimitero che si vede nel video sia sito in Brasile o in un altro paese del mondo, né se il video in questione sia un fake o se realmente chi l’ha girato ha catturato una presenza (alieno grigio, demone, folletto, animale o qualsiasi altra cosa sia) di cui, come spiega la scritta iniziale, si è accorto solo molti anni dopo.

Alieno o demone in un cimitero?
Il presunto alieno appostato dietro la lapide.

Il sospetto è naturalmente che si tratti di una burla ben organizzata, eppure finora nessuno è riuscito a trovare prove certe al riguardo.

Certo, è curioso che qualcuno si porti una cinepresa per riprendere un cimitero (senza riprendere anima viva, peraltro, a parte l’alieno o demone) così come è curioso che una tale presenza “aliena” faccia capolino solo per pochi istanti da dietro una lapide sullo sfondo e non sia stata notata quando il filmato fu realizzato.

video virale creato ad arte?

Anzi, la cosa più curiosa è che dopo alcuni anni ci si sia accorti di questo particolare che non si nota nel filmato se non quando la stessa scena viene ripetuta, rallentata e zoomata.

Insomma, i dubbi sono tanti eppure il video “a scoppio ritardato” sta diventando virale, con oltre 620 mila visualizzazioni per il filmato originale e moltissime copie ricaricate su Youtube e su vari altri siti sul web.

Chiunque avesse organizzato tutto e per qualsiasi motivo l’avesse fatto sembrerebbe aver finalmente fatto centro, almeno quanto a viralità del filmato.

Tags: Video, Incontri ravvicinati, Bufale