Fanwave.it
Fanwave.it

Stanze segrete dietro la tomba di Tutankhamon

Stanze segrete dietro la tomba di Tutankhamon
Maschera funeraria in oro massiccio di Tutankhamon

Gli archeologi egiziani ne sono sicuri al 90%: la tomba di Tutankhamon nasconde ancora una o forse due stanze segrete. Il sospetto, anzi la speranza, è che le stanze segrete, che potrebbero essere posizionate dietro quelle dalla tomba di Tutankhamon, siano quelle in cui venne sepolta la madre del faraone, la regina Nefertiti, già moglie del faraone “eretico” Akhenaton o Amenothep IV (che per alcuni potrebbe essere stato un ibrido alieno).

La notizia è stata data venerdì scorso nel corso di una conferenza stampa del ministro egiziano delle Antichità, Mamdouh el-Damaty, dedicata alle ultime scoperte del progetto di scansione delle antiche piramidi nella speranza di scoprire camere segrete dimenticate fin dal 1.400 avanti Cristo. Questo progetto è partito dopo che l’egittologo britannico Nicholas Reeves ha pubblicato un documento nel quale sottolineava come la presenza di crepe nei muri della camera funeraria di Tutankhamon suggerisse che ci fossero altri due ambienti dietro di essi. Uno è forse un ripostiglio, ma l’altro potrebbe essere la tomba della regina Nefertiti.

Stanze segrete dietro la tomba di Tutankhamon
Visione tridimensionale della tomba di Tutankhamon, le due probabili stanze segrete sono indicate dalle lettere X e Y

L’ipotesi di Reeves è stata accolta inizialmente con un certo scetticismo anche perché in passato vi sono state numerose false scoperte della regina. Ma Damaty ha dichiarato che le scansioni indicano che quasi certamente vi sia qualche tipo di camera nascosta dietro la parete della tomba di Tut nella Valle dei Re. Al momento non si sa ancora che cosa possano essere questi ambienti e saranno necessarie più scansioni per essere sicuri, ma l’attesa è elevata. Di sicuro c’è uno spazio vuoto dietro la parete secondo quello che sono i risultati delle prime scansioni radar, uno spazio “molto preciso, non c'è alcun dubbio” ma “non possiamo però dire a questo punto la dimensione dello spazio dietro il muro” ha spiegato lo specialista radar giapponese Hirokatsu Watanabe, intervistato dall’agenzia France-Presse.

“Stiamo lavorando nella Valle dei Re, quindi ci aspettiamo di trovare antichità dietro il muro” anche se i risultati delle prime scansioni verranno ora inviati in Giappone per ulteriori analisi, secondo quanto hanno dichiarato la scorsa settimana i funzionari egiziani. Il primo muro dietro il quale è stata individuata una camera segreta è la parete ovest. Secondo Reeves è possibile vedere tracce di una porta che conduce in una stanza, molto simile alla dependance della camera tombale, che potrebbe essere un ripostiglio del’epoca di Tutankhamun pieno di 2000 oggetti o giù di lì.

Stanze segrete dietro la tomba di Tutankhamon
La regina Nefertiti

Ancora più interessante sembra la scoperta di una possibile ulteriore camera segreta dietro la parete nord. Ci sarebbe un passaggio di maggiori dimensioni che parrebbe proseguire con una scala reale che scende per poi svoltare a destra. Questo indicherebbe che si tratti di una tomba di regina, perché le tombe di faraoni erano costruite con scalinate che svoltavano a sinistra, non a destra. Il fatto poi che il passaggio sia di ampie dimensioni sarebbe indicativo di un rango molto elevato della defunta. Nella tomba di Tutankhamon, infatti, il passaggio originale venne ampliato per consentire di introdurre attraverso di esso gli enormi pannelli dei santuari dorati che circondavano il sarcofago e la bara del faraone.

Sarebbe dunque una regina con prerogative simili a quelle di un faraone: e di tutte le regine dell’età di Tutankhamon, chi più e meglio della madre Nefertiti potrebbe essere? Se così fosse uno dei più grandi misteri che ancora rimaneva, la sorte della mummia di Nefertiti, potrebbe finalmente essere svelato. Resterebbe ancora da scoprire che fine abbia fatto la mummia del marito, il faraone eretico Akhenaton: nella sua tomba, scoperta tra il 1893 e il 1894 dall’italiano Alessandro Barsanti. A meno che la tomba di Tut non riveli ulteriori sorprese rispetto a quelle che gli archeologi sembrano sperare finora. In fondo Akhenaton dovrebbe essere stato traslato secoli or sono in un’altra tomba della Valle dei Re. Perché non quella del figlio?

Tags: Piramidi, Antico Egitto