Fanwave.it
Fanwave.it

La Terza Guerra Mondiale scoppierà nel giugno 2016

Terza Guerra Mondiale
Ricardo Salazar durante una delle sue trasmissioni video

Nostradamus ha fatto scuola: il numero di “profeti” o presunti tali è cresciuto esponenzialmente in questi anni. Uno dei più “chiacchierati” di recente è Ricardo Salazar, soprannominato “il pastore del Giappone”. Pastore evangelista, conferenziere, giornalista ed esperto di comunicazioni, di origine peruviana, residente in Giappone dal 1991. Dal 2010 dirige per l’arcipelago giapponese la “Chiesa globale del re d’Israele” e afferma di ricevere profezie, visioni e messaggi da Dio. Rispetto ad altri profeti e astrologi come lo stesso Nostradamus, le sue profezie sono quasi sempre con date precise, per di più di un prossimo futuro, tra il 2015 e il 2023.

L’anno più importante dovrebbe però essere il 2016, l’anno in cui Salazar sostiene possa scoppiare la Terza Guerra Mondiale. Inizierebbe tutto a febbraio, quando la Cina attaccherà il Giappone per pretese territoriali, forse le Isole Sengoku. Nell’aprile successivo un asteroide di grandi dimensioni (9 chilometri di diametro, simili all’asteroide che avrebbe causato l’estinzione dei dinosauri), consistente principalmente di ghiaccio, verrebbe scoperto. A quel punto la Russia confermerebbe che l’asteroide è destinato a scontrarsi con la Terra, similmente all’asteroide Assenzio, menzionato nell’Apocalisse.

Terza Guerra Mondiale
Il Profeta Ricardo Salazar nel suo tempo libero

Questo asteroide si schianterebbe sulla costa di Puerto Rico alle ore 2.20 (ora locale) del 16 maggio alla velocità di 30 mila chilometri all’ora, provocando un mega-sisma globale di magnitudo 12 nell’area d’impatto e di minore intensità in altre parti del globo, oltre a mega tsunami in quasi tutte le coste del mondo, con onde alte fino a 300 metri nell’area d’impatto. A causa dei terremoti gran parte della California scomparirebbe; inoltre la Terra fermerebbe la sua rotazione per tre giorni, cosa che causerebbe un calo della temperatura, specie in America, che resterebbe nella più totale oscurità.

A quel punto il 16 giugno, approfittando della debolezza e disorientamento degli Stati Uniti a seguito della caduta dell’asteroide, sottomarini cinesi e russi attacco dal largo le basi della Us Navy per poi lanciare missili nucleari su New York e altri due grandi città degli Stati Uniti. Ulteriori missili nucleari verrebbero lanciati su altre 7 città o più dello stesso paese. Tre basi Usa in Giappone (compresa Okinawa) verrebbero attaccate con armi nucleari. Sarebbe l’inizio della Terza Guerra Mondiale, destinata a durare solo cinque mesi. Per invadere gli Stati Uniti, i russi entrerebbero dal Messico con potenti carri armati che l’esercito messicano non sarebbe in grado di respingere.

Terza Guerra Mondiale
Un immenso asteroide ci seppellirà, non tutti però

Qualcosa di simile avverrebbe in Cina e su altri fronti. Questi eventi corrisponderebbero secondo Salazar al suono della Quinta Tromba dell’Apocalisse. Nel marzo 2017 lo yuan cinese avrebbe ormai sostituito il dollaro come moneta unica mondiale e l’Anticristo potrebbe sorgere nelle vesti di un leader mondiale, destinato a diventare nel giro di 3 soli anni il capo dell’intero pianeta. Prima però, tra il 2018 e il 2019, la Russia attaccherebbe Israele, cosa che corrisponderebbe alla profezia di Gog e Magog del libro di Ezechiele. Le profezie di Salazar sono indubbiamente inquietanti, ma come già accaduto alle sole profezie di Nostradamus “datate” non si sono rivelate finora particolarmente affidabili, almeno finora.

Terza Guerra Mondiale
La Russia attacca Israele

Secondo il “profeta” lo scorso 22 luglio alle ore 16.00 ora di Tokyo e alle 12.00 ora di Los Angeles un mega-sisma globale compreso tra 10,2 e 12,5 gradi Richter avrebbe dovuto colpire le due città, evento che avrebbe dovuto corrispondere all’apertura del Sesto Sigillo nel Libro della Rivelazione. Il 22 agosto poi una pioggia di meteoriti avrebbe dovuto colpire la Terra distruggendo un terzo delle foreste. Questo evento avrebbe dovuto corrispondere al suono della prima tromba della Rivelazione. L’8 o il 9 ottobre un asteroide avrebbe dovuto esplodere per poi precipitare sul nostro pianeta, a causa di un intervento umano. Tutte “profezie” che ovviamente non si sono verificate, come verosimilmente non si verificheranno neppure le successive. Di falsi profeti è piena la storia, incrociando le dita anche nel caso di Salazar la regola sarà rispettata.

Tags: Apocalittici, Profezie, Terza Guerra Mondiale