Fanwave.it
Fanwave.it

Ufo, un apostrofo rosa tra le parole Iss e Nasa

Ufo, Iss e Nasa

Le telecamere esterne della Stazione spaziale internazionale (Iss) colpiscono ancora: il 3 agosto scorso il passaggio di un Ufo luminoso di colore rosa è stato catturato dalle trasmissioni in livestream della Nasa. Il filmato, della durata di un minuto, mostra la Iss mentre la telecamera effettua una ripresa panoramica, con quello che sembra essere un piccolo punto luminoso color rosa che staziona sopra di essa.

Il filmato è stato subito caricato su Youtube da un utente (Streetcap1) secondo il quale il misterioso Ufo è a tutti gli effetti una navicella spaziale. Non solo: secondo Streetcap1 la Nasa anche questa volta sarebbe corsa ai ripari inclinando volutamente la telecamera così da ridurre al minimo l’avvistamento del misterioso oggetto volante nello spazio esterno alla Iss.

Insomma, per i teorici della cospirazione gli Ufo che periodicamente appaiono nei filmati ufficiali della Iss non sono difetti di ripresa ma autentiche testimonianze di una vita intelligente aliena che da tempo ci controlla, mentre la Nasa e i governi mondiali cercano in tutti i modi di coprirne l’evidenza agli occhi dell’opinione pubblica, non sempre riuscendovi visto che il filmato in questione in pochi giorni è già stato visto da oltre 263 mila spettatori.

Non è comunque la prima volta che la Nasa viene accusata di voler nascondere intenzionalmente le evidenze di vita aliena dai suoi archivi. Circa due mesi fa l’agenzia spaziale aveva interrotto le trasmissioni video dalla Iss dopo la comparsa di tre misteriose luci sullo sfondo. Anche in quel caso il video è poi stato caricato su Youtube, con molti utenti che nei commenti lo avevano definito la “prova definitiva” dell’esistenza di vita aliena intelligente, accusando la Nasa di voler mettere tutto a tacere.

Altri sono più scettici: l’interruzione del flusso delle riprese video non è infrequenti quando si tratta della Nasa, quasi sempre a causa di un cambio di telecamere. Anche in giugno, infatti, l’interruzione era stata segnalata da un messaggio sullo schermo che spiegava che il livestream era stato interrotto per consentire “un cambio di telecamera”. Altre volte le interruzioni vengono giustificate come “una temporanea perdita di segnale dalla Stazione Spaziale Internazionale”. Tutte storie, ribattono i teorici della cospirazione: la Nasa non vuole che il mondo sappia e cerca scuse credibili per il suo operato. E così la diatriba riprende.

Tags: Ufo, Nasa, Iss, Avvistamenti