Fanwave.it
Fanwave.it

Demoni: nomi sussurrati nell’ombra

Lucifero
Una scultura rappresentante Lucifero conservata a Torino

Angeli caduti? O entità legate al male, contrapposte al bene? Di certo in tutte le culture religiose e popolari i demoni sono una presenza costante, contrapposta agli angeli ed altrettanto potenti, in grado di influire sulla vita dell’uomo. I loro nomi, sussurrati in silenzio, rivelano le loro caratteristiche: Abaddon (la perdizione), Asmodeo (lo spirito del giudizio), Baalzebub (il signore delle mosche), Satan (l’avversario), Samael (il signore del veleno), Behemoth (la grande bestia), Lucifer (il portatore di luce).

Lucifero
Una scultura rappresentante Lucifero conservata nella cattedrale di San Paolo a Liegi (Belgio)

La tradizione cristiana è stata fin dal Medioevo una delle maggiormente influenzate dalla demonologia: già per San Tommaso d’Aquino il demonio esiste certamente e può influire sull’intelletto umano plasmando forme immaginative, mentre nella tradizione giudaica e nei primi anni del cristianesimo demoni e demonologia vengono quasi del tutto ignorati, anche se tradizione vuole che Salomone in persona abbia scritto la Chiave di Salomone e la Piccola Chiave di Salomone, due grimori (libri di magia) riguardanti i demoni, i metodi d’invocazione degli stessi e l’utilizzo della magia che da essi può derivare all’uomo.

Ancora precedentemente, già nella mitologia egiziana, in quella assiro-babilonese e in quella Iranica erano presenti figure di demoni come Adramelech (divenuto col cristianesimo l’ottavo dei dieci arcidiavoli, equivalente demoniaco degli arcangeli, tradizionalmente descritti dall’occultismo come i capi delle 666 legioni dell’Inferno), Ashmed (vinto da Salomone, che lo obbligò a edificare l’omonimo tempio), Ammit (il divoratore di anime), Zahhak (demone della tempesta catturato dal dio guerriero Thraetaona e poi sfuggitogli, destinato alla fine dei tempi a perire nel fiume di fuoco Ayohsust) o Humbaba (il guardiano della foresta dei cedri il cui sguardo poteva indurre alla morte, ucciso da Gilgames), solo per ricordarne alcuni.

Inferno
Rappresentazione dell'inferno nell'arte moderna

Curiosamente, o forse no, così come la Chiesa cattolica è sempre stata prudente nel consentire che si menzionassero angeli e arcangeli, i loro nomi e i loro poteri, ove questi non fossero espressamente presenti nei testi canonici della Bibbia, anche la demonologia e più in generale ogni pratica di “spiritismo” è stata condannata ripetutamente fin nella stessa Bibbia, in particolare nel Deuteronomio, dove si dice che la pratica di interrogare i morti è da considerarsi un atto “in abominio al Signore” (Dt 18, 12).

Secondo la Chiesa cattolica, in sostanza, i demoni esistono e se comunicare coi morti non è impossibile, questa possibilità si manifesta solo nel caso di apparizioni della Madonna e dei santi, ossia in casi in cui l’iniziativa della manifestazione soprannaturale non viene mai dall’uomo ma dal divino, dunque non servono “patti col diavolo” ma le tre virtù teologali: fede (nella vittoria di Cristo sulla morte), speranza (di ricongiungersi spiritualmente ai propri cari alla fine dei tempi) e carità (ossia l’amore verso Dio e verso i propri confratelli).

Satanismo
Rito Satanico o Messa Nera.

Al contrario, nell’occultismo esistono 19 Chiavi Enochiane, ossia 19 preghiere, scritte originariamente in un linguaggio detto Enochiano (definito anche “lingua angelica”), suddivise in tre gruppi (primo gruppo: chiavi 1 e 2, invocano la Tavola degli Spiriti; secondo gruppo: chiavi da 3 a 18, invocano gli Spiriti degli Elementi; terzo gruppo: chiave 19, invoca i 30 Aethyr, ossia i 30 livelli di conoscenza cui occorre accedere per poter liberare la vera volontà e piegare la natura al proprio volere) e precedute, nelle pratiche di magia ermetica, magia del Chaos e nelle messe sataniche, da una invocazione agli spiriti dell’elemento, ai re dell’elemento e alle personificazioni divine associate all’elemento (oltre che al corrispondente punto cardinale).

La domanda che resta senza risposta, se non di fede (in Dio o nell’Avversario), è sempre la stessa: chi erano realmente angeli e demoni e quale ruolo hanno giocato nella storia dell’umanità, al tempo in cui attorno al Mediterraneo (ma anche in India e Cina) nascevano i primi grandi imperi e le prime grandi civiltà? Un seme è forse stato piantato per dare frutti solo nel corso dei millenni? E questo seme sono gli uomini stessi o qualcosa di diverso, che tuttora vive in mezzo a noi?

Tags: Top secret, Religioni, Chiesa Cattolica, Occultismo