Fanwave.it
Fanwave.it

L’uomo falena esiste, forse un uccello antico

Mothman o Uomo Falena
Mothman o Uomo Falena

Sarà perché le prime e più frequenti apparizioni risalgono al 1967, l’anno in cui sono nato, sarà perché in questi ultimi anni è stato segnalato anche in Italia, ma la storia dell’uomo falena, o Mothman, mi ha sempre affascinato. Secondo alcuni questa misteriosa creatura, che ha ispirato anche un film con Richard Gere, avvistata nelle cittadine di Charleston e di Point Pleasant (in West Virginia) oltre che in Ohio fra il novembre 1966 e il dicembre 1967, avrebbe le dimensioni di un uomo alto quasi 2 metri, di colore marrone, dotata di ali e grandi occhi rossi, apparentemente rifrangenti o comunque luminosi, e si muoverebbe con una rapidità “innaturale”.

Thunderbird
Raffigurazione dei nativi americani del Thunderbird

Secondo alcuni studiosi, come Daniel Boudillion e A. B. Colvin il “Mothman” sarebbe una creatura soprannaturale che compare per aiutare l’umanità in momenti critici; la stessa creatura, sostengono entrambi gli esperti, è nota come “Thunderbird” presso i nativi americani e come “Garuda” in Asia. Boudillion in particolare segnala come il Fruitlands Museum di Harvard (Massachusetts) esponga un manufatto che presenta una somiglianza sorprendente le descrizioni del Mothman.

Si tratta di un manufatto alto dieci pollici realizzato in lamiera di rame, che venne recuperato presso Amoskeag Falls, Manchester (New Hampshire) probabilmente ricavato da un paiolo di rame ottenuto dai nativi americani attraverso il commercio con gli europei durante il primo periodo di contatto, intorno al 1550-1630. Il manufatto è attribuito agli indiani Pennacook e viene descritto come “Thunderbird”. La principale differenza che sembra esservi tra il Mothman e il Thunderbird è che quest’ultimo ha una testa, mentre il Mothman viene solitamente descritto come privo di testa.

Garuda
Raffigurazione del Garuda tratta da un film

Per il resto la forma generale del corpo appare identica, con una somiglianza particolarmente evidente per quanto riguarda gli occhi: il Thunderbird ha due fori posti sul parte superiore del torace, del tutto coincidenti con le descrizioni degli occhi del Mothman. Ma il Mothman o Thunderbird che sia, esiste o è esistito realmente, o si tratta solo di una leggenda metropolitana? Gli scettici hanno provato a sostenere che si sia trattato di suggestione e che le decine di testimoni che ne hanno riferito la presenza non si siano resi conto di aver osservato un gufo o un barbagianni.

Ma di che dimensioni dovrebbe essere un simile gufo? Il gufo cornuto, una delle specie di maggiori dimensioni, non supera i 25-26 centimetri di altezza e anche a voler pensare a un esemplare eccezionale sarebbe ben lontano dagli 1,8-2 metri di dimensione stimata di un Mothman. Alcuni cripto zoologi come Mark Hall hanno pertanto sostenuto che il Mothman possa essere un esemplare di una qualche misteriosa specie animale discendente dei primi uccelli giganti del Pleistocene o forse anche di specie vissute in epoche storiche molto più vicine a noi.

Fossile di Teratornis Merriami
Fossile di Teratornis Merriami

In molti siti archeologici del Nord America, ad esempio, vicino a insediamenti umani di 8 mila anni fa sono state rinvenute ossa di una specie di uccelli giganti, detta Teratornis Merriami, dall’aspetto vagamente simile a quello di un condor moderno ma a differenza di questo, che tipicamente si nutre di carogne, era un predatore nato. Potrebbe essere proprio il Teratornis Merriami all’origine della leggenda del Thunderbird: chissà l’uomo falena altri non sia che un esemplare di Teratornis Merriami sopravvissuto all’estinzione.

Mothman o Uomo Falena
Statua dedicata all'Uomo Falena a Point Pleasant, West Virginia, USA.

Dopo tutto se nel regno marino ce l’ha fatta il Celacanto, ancora vivo dopo 400 milioni di anni dalla sua prima comparsa sul pianeta, perché non dovrebbe potercela aver fatto nel regno aereo il Teratornis. Se così fosse si potrebbe anche spiegare come mai a distanza di anni sia stata segnalata, pochi anni fa, la presanza del Mothman nei pressi del lago di Garda, in Lombardia. Qui da noi, guarda caso, è stato associato all’idea di un angelo annunciatore di sciagure e qualcuno ha osservato che le sue apparizioni sono quasi sempre avvenute nei pressi di luoghi un tempo noti per aver dato rifugio a streghe o comunque legati alla magia. Ma si sa, paese che vai, leggenda che trovi e anche il Mothman non sfugge a questa regola.

Tags: Top secret, Alieni, Incontri ravvicinati