Fanwave.it
Fanwave.it
Hermann e Albert Göring

Hermann ed Albert Göring, opposte scelte di campo

Quanto conta l’educazione familiare e quanto l’ambiente, e le frequentazioni, nel formare la coscienza di una persona? La domanda resta senza risposta, anche per l’esistenza di casi clamorosi come quello dei fratelli Hermann ed Albert Göring: il primo fu un fervente nazista, il secondo scelse di essere pacifista e dissidente.

Göring, un cognome tristemente famoso

Il cognome Göring è tristemente famoso da un secolo in qua a causa delle atrocità compiute da Hermann Göring, uno dei più fedeli sostenitori di Adolf Hitler fin dalla prima ora. Nominato Maresciallo del Reich per la sua assoluta condivisione dei fondamenti del nazismo, Hermann fu artefice della rinascita dell'aviazione tedesca (Luftwaffe) e della polizia segreta (la Gestapo, che nel 1933 sostituì la precedente polizia politica prussiana e dall'anno successivo fu da Göring affidata al comando di Heinrich Himmler).

Fu lo stesso Hermann Göring a impartire per ordine di Hitler l’ordine di preparare campi di concentramento e di sterminio per giungere alla “soluzione finale del problema dell’ebraismo”, avviando in particolare la costruzione di quello di Oranienburg. Fu sempre Hermann Göring a dirigere l'eccidio delle SA di Ernst Röhm nella "notte dei lunghi coltelli", tra il 29 giugno e il 30 giugno 1934. Hermann Goring

Alla fine della Seconda Guerra Mondiale, dopo un tentativo, fallito, di accreditarsi come successore di Hitler per trattare la resa della Germania, sfuggito ad una condanna a morte da parte delle SS su ordine del segretario personale di Hitler e suo acerrimo rivale, Martin Bormann, Göring venne poi condannato a morte al termine del processo di Norimberga, scegliendo poi di suicidarsi dopo che il tribunale stesso aveva rifiutato la sua richiesta di essere fucilato, confermando la condanna all’impiccagione.

Hermann acceso Nazista, Albert pacifista dissidente

Quel che non tutti sanno è che Hermann aveva un fratello minore, Albert Günther Göring (l’ultimo dei 5 figli di Heinrich Ernst Göring), che era esattamente il suo opposto. Pacifista e contrario ad ogni forma di violenza, Albert assomigliava semmai come carattere al suo padrino, nobile di origine ebraica Ritter Hermann von Epenstein. Albert Goring

Imprenditore cinematografico, Albert ostacolò in ogni modo il partito nazista, anche aiutando numerose famiglie ebree, come quella del suo ex capo Oskar Pilzer, a fuggire dalla Germania. La sua attività di dissidente, sia pure “di lusso”, si intensificò quando venne nominato direttore delle esportazioni alla Skoda Works nell’allora Cecoslovacchia, favorendo piccoli atti di sabotaggio e rimanendo in contatto con la resistenza ceca.

Albert fece fuggire ebrei dai campi voluti dal fratello

Albert falsificò più volte la firma del fratello su documenti di transito per consentire a dissidenti di fuggire, mandando anche più volte camion ai campi di concentramento con la richiesta di lavoratori. Camion che poi si fermavano in luoghi isolati per permettere ai passeggeri di fuggire. Hermann e Albert Göring: due fratelli allevati allo stesso modo, che però hanno fatto scelte diametralmente opposte di fronte al male assoluto del ventesimo secolo, il nazismo.

Tags: Misteri irrisolti, storia